Plastic Bag Free Day!

Ogni minuto viene scaricato in mare l’equivalente di un camion pieno di plastica. È sconvolgente, certo, ed è anche distruttivo per il pianeta stesso. I danni causati dall’inquinamento della plastica distruggono gli oceani, la biodiversità e il pianeta stesso, con l’uomo dentro. 
Ogni anno, il 3 luglio si celebra il Plastic Bag Free Day, ovvero la Giornata internazionale senza i sacchetti di plastica, ed è l’occasione perfetta per continuare a sensibilizzare l’opinione pubblica su quanto ormai incida sul pianeta la produzione di plastica “usa e getta”. Consapevolezza, quindi, necessaria affinché si limiti più che mai l’utilizzo di plastica nuova (basti pensare che generalmente le buste di plastica sono utilizzate per appena 25 minuti). 

La tragedia è che i detriti galleggianti si sono decomposti in minuscole particelle, a noi invisibili, ma che vengono inghiottite da molti animali marini, come pesci, crostacei, mammiferi. Spesso non solo particelle ma è proprio l’intera busta di plastica ad essere scambiata addirittura per cibo (ad esempio per meduse) e inghiottita. Anche sulla terra, la plastica dispersa in natura crea forti disagi all’ambiente e agli animali. 

Oltre a limitarne l’utilizzo, anche il riutilizzo è sicuramente un’ottima abitudine per fare qualcosa di concreto, come cita lo slogan utilizzato nella giornata mondiale contro l’ambiente: "Beat Plastic Pollution. If you can't reuse it, refuse it - Sconfiggi l’inquinamento da plastica. Se non puoi riusarla, rifiutala”.

Senza considerare che anche il riciclo è importante, nonché uno dei pochissimi metodi per non impattare sull’ambiente. Sicuramente non utilizzando, almeno per un giorno, la plastica. Ad esempio, come suggerito dalla Responsabili Consumi e Riserve Naturali di WWF Italia, Eva Alessi: “sensibilizzare il pubblico riguardo la necessità di ridurre la plastica usa e getta, grave minaccia per le specie e gli habitat marini e terrestri.” Quindi, portare al supermercato una borsa con cui sostituire il sacchetto di plastica è decisamente una buona mossa!

Tutti sono importanti per iniziare un vero cambiamento e nessuno è solo nella battaglia contro la plastica. Senza considerare che L’Unione Europea ha approvato due obiettivi: entro il 2019 il limite dei consumi sarà di 90 sacchetti di plastica a persona, raggiungendo i 40 sacchetti annuali a testa entro il 2025.
 Uniti contro la plastica, per proteggere la natura e fare #ungestodamoreperlanatura. 
Per altre info, rimandiamo al sito ufficiale plasticbagfreeday.org