Impianti energetici Green: il made in Italy

Tempo di lettura stimato: 3 min

Una sostenibilità tricolore, perché il futuro energetico green è anche Made in Italy. Lungo la penisola, centri di ricerca all’avanguardia sperimentano nuovi metodi per ricavare energia dalle fonti rinnovabili, creando energia verde per il nostro futuro.
In Italia si trova il più grande impianto in Europa per la fabbricazione di pannelli fotovoltaici, costruito a Catania dall’Enel; un centro che è stato anche il primo a produrre un tipo di pannello bifacciale, che cattura le radiazioni solari da entrambe le superfici.

Anche la piattaforma di energie rinnovabili della Sardegna, un centro coordinato dall’Università di Cagliari, sta lavorando a “cellule fotovoltaiche a multi giunzione”, ottenute sovrapponendo materiali diversi. Uno stratagemma che può rendere l’efficienza di conversione dei raggi in energia più alta del 40%!
Per avere pannelli fotovoltaici e meno costosi, oltre che riciclabili, si studiano metodi per ridurre le quantità di silicio impiegate nella loro costruzione. L’Eni, insieme al Mit di Boston, ha poi sviluppato film trasparenti (che possono essere applicati anche sui vetri) che contendono inchiostri speciali in grado di trattenere le radiazioni solari e convogliarle verso i bordi del pannello: qui, sono collocate celle solari sottili che producono energia elettrica.

Anche un altro progetto avveniristico parte dal sole, coinvolgendo il Cnr, l’Università Federico II di Napoli e il Gruppo Magaldi in provincia di Messina. Una centrale solare termodinamica utilizza 786 specchi che concentrano la radiazione solare su un mucchio di sabbia, arroventandolo fino ad una temperatura di circa 700 gradi. Il calore che si accumula durante il giorno produce energia elettrica quando il sole non c’è, e così l’impianto, oltre a produrre elettricità, offre la soluzione ad uno dei problemi che più frenano lo sviluppo delle rinnovabili: la difficoltà di accumulare energia quando è prodotta in eccesso nei momenti di picco, per poi utilizzarla successivamente all’occorrenza.

Infine, anche il mare ci offre risorse: i più grandi impianti installati nel Mediterraneo sono italiani. L’Istituto di Ingegneria del Mare di Roma ospita alcuni tra i più grandi e qualificati simulatori di onde e correnti, per sperimentare le tecnologie che ricavano energia dal mare. Green news su un futuro green, ed un futuro così, senza dubbio, ci piace.