La migrazione dei granchi rossi

Tempo di lettura stimato: 3 min

Dalla foresta al mare in una fiumana di colore rosso, milioni di granchi della specie Gecarcoidea natalis si trasferiscono dall’entroterra alle coste di Christmas Island, una volta all’anno, durante la stagione delle piogge, in concomitanza con l’estate australe (da Dicembre a Marzo).
Ebbene sì, è proprio l’Isola di Natale, vero e proprio paradiso in terra scoperta dai marinai inglesi il 25 dicembre (da cui il nome) 1643, a fare da cornice a questo incredibile rito della Natura, un appuntamento che ogni anno si ripete con le stesse modalità.  Appartenente politicamente all’Australia e situata nell’Oceano Indiano, a sud dell’Indonesia. 
La stagione riproduttiva dei granchi rossi dura dalle tre alle sei settimane e si svolge in sincrono con i cicli lunari. Questi granchi dispongono di una possente corazza e ottime chele che gli consentono di sopravvivere durante la stagione secca, fra le foreste pluviali tropicali dell’entroterra dell’isola, che si trova nell’Oceano Indiano a nordovest dell’Australia.
Poi, ad un tratto, qualcosa risveglia in questi crostacei un istinto fortissimo di raggiungere il mare in un momento preciso dell’anno: durante l’ultimo quarto di luna, ovvero la penultima fase del ciclo lunare. È proprio in questo periodo che i granchi depositano le uova in acqua prima dell’alba, quando l’escursione tra l’alta e la bassa marea è al massimo livello (marea sizigiale). 
Una migrazione che ha davvero dell’incredibile perché non solo è estremamente faticosa e pericolosa, tra foreste, dirupi e strade asfaltate, ma deve essere così puntuale che se i granchi non hanno la certezza di riuscire a portare a termine tutte le operazioni necessarie in tempo per quella data, la migrazione viene posticipata al mese successivo. 
Con una traversata che dura 4-5 settimane i granchi stremati che arrivano alla spiaggia si immergono immediatamente nell’oceano per idratarsi e poi ritornano sulla terraferma; qui i maschi scavano delle buche nella sabbia, piccoli anfratti in cui avviene l’accoppiamento, e  ripartono subito per il viaggio di ritorno. Le femmine invece restano rintanate nelle buche per covare le uova, che verranno depositate in acqua dopo circa due settimane. Le uova si schiudono con la nascita delle larve, che attraverso vari stadi di maturazione dopo circa quattro settimane diventano dei piccoli granchi.
Una volta depositate le uova in acqua, anche le femmine riprendono la via dell’entroterra, che dopo poco verrà percorsa dai giovanissimi crostacei (circa 5 mm di diametro), che impiegheranno circa 9 giorni per raggiungere il resto della colonia. 
Al di là della specie Gecarcoidea natalis, i granchi rossi caratteristici dell’isola, Christmas Island è una vera e propria Oasi di biodiversità: qui si sono sviluppate 250 specie endemiche di piante e animali e, inutile dirlo, la migrazione dei granchi rossi rappresenta uno degli eventi principali della piccola isola.