Animal Day

Tempo di lettura stimato: 2 min

Il 4 ottobre si celebra il World Animal Day: l’iniziativa nata nel 1931 con lo scopo di tutelare il mondo animale e porre l’accento su alcune delle principali tematiche ad esso legate. La data non è casuale: proprio nello stesso giorno, infatti, ricorre la festa di San Francesco d’Assisi, patrono e protettore degli animali. Tantissimi gli appuntamenti nel mondo.


L’Indonesia, ad esempio, ha puntato sullo slogan “Pet is not a toy”, con una serie di iniziative volte a sensibilizzare i padroni degli amici a quattro zampe su diverse tematiche, tra cui quella dell’abbandono.
Negli Stati Uniti è stata avviata una petizione per vietare ai privati il possesso di felini di taglia grande, come leoni, tigri e leopardi. Testimonial del progetto Tony, una tigre della Louisiana. Proprio la tigre è uno dei protagonisti della linea di Fazzoletti Regina WWF Collection serie “Foresta”.
Le Filippine hanno lanciato Game of Tales, un gioco cui è possibile partecipare inventando una storia con  protagonisti gli amici a quattro zampe. Lo Sri Lanka, invece, ha dato vita a un’iniziativa dedicata alla protezione degli habitat delle farfalle.

Il World Animal Day, attraverso la tutela degli animali e dei loro habitat naturali, si prefigge dunque lo scopo di diffondere conoscenza e portare a una maggiore consapevolezza sulle problematiche, i rischi e i pericoli del mondo animale, consapevolezza che diventa il punto di partenza per l’attuazione di riforme legali e interventi sociali. Tra queste, va ricordata la realizzazione delle oltre 100 oasi WWF Italia, che rappresentano uno strumento fondamentale per la tutela della biodiversità. Una rete di aree protette nata con l’obiettivo di proteggere gli animali partendo proprio dalla salvaguardia del loro habitat. Le meraviglie del mondo animale sono un patrimonio da salvaguardare per l’equilibrio dell’intero ecosistema, perché alzare lo status degli animali vuol dire migliorare il benessere dell’intero pianeta.