Una pianta, mille usi: Aloe

L’Aloe vera è una pianta succulenta (cioè dotata di tessuti succulenti, che immagazzinano grandi quantità di acqua) della famiglia delle Aloeaceae, che predilige i climi caldi e secchi. 
Raggiunge l’altezza di un metro, con le foglie disposte a ciuffo, semplici e lunghe dai 40 ai 60 cm, con spine disposte solo ai lati. Il fiore, che si innalza dal centro delle foglie, è costituito da un’infiorescenza a grappolo di colore giallo-rosso. 
La vera sorpresa non è però il fiore, ma il gel contenuto all’interno delle foglie, utilizzato per succhi di frutta o per la creazione di prodotti cosmetici. 
Il gel e il succo dell’Aloe sono davvero molto versatili e possono essere utilizzati in molte situazioni e ciò è dovuto al mix di principi attivi e vitamine contenute al suo interno; tra tutti, il più interessante è l’Acemanno, un mucopolisaccaride naturale che ha un effetto protettivo per la mucosa gastrica e intestinale, e che ha azione antivirale, antibatterica, antiossidante.
 Quali sono dunque le proprietà benefiche del succo d’aloe? 
La dose consigliata è solitamente quella di 20ml, un misurino, 2 o 3 volte al giorno, e i benefici riscontrabili in appena due settimane di assunzione sono:

- miglioramento della digestione

- rafforzamento del sistema immunitario

- pelle più luminosa, per l’azione antinfiammatoria (utile in caso di infiammazioni della cute) e antibatterica e anti-age

- protezione dell’apparato digerente

- facilitazione della guarigione in caso di ferite o ustioni.

Inoltre protegge il cuore, regola il livello di zuccheri nel sangue, migliora la salute dentale e depura l’organismo, per via dell’azione digestiva e diuretica. 
Effettivamente è proprio a quest’ultima funzione che sono legati gli effetti collaterali dell’assunzione di aloe, che va assunta rispettando rigidamente i dosaggi indicati sulle confezioni del succo di aloe. Può infatti provocare dissenteria e crampi intestinali, causando disidratazione e mal di testa, per questo è sconsigliato un utilizzo a lungo termine, ma è preferibile fare dei cicli di trattamento. 
Inoltre prima di assumere dell’aloe è meglio consultare il medico se si fa uso di medicinali ogni giorno, per essere sicuri di evitare eventuali interazioni. 
L’utilizzo è anche sconsigliato durante gravidanza e allattamento, e per i bambini sotto i 12 anni. E il gel? Per quanto riguarda l’uso topico non rappresenta controindicazioni se non si è allergici alla pianta e può essere usato da tutti, bambini compresi. 
L’aloe vera è una pianta che si presta alla coltivazione in giardino e in terrazzo; di conseguenza, se disponete di una di queste piante estrarre il gel è davvero semplice. All’occorrenza si recide una foglia, che viene poi incisa lungo il suo contorno con un coltello o un taglierino. Incidere la foglia e lasciar fuoriuscire il liquido giallo presente, e a questo punto basterà osservarla per notare la presenza del gel trasparente al suo interno. Dopo aver separato le foglie in due parti, si può raccogliere in un contenitore con l’aiuto di un cucchiaio o un coltello. Una volta raccolto, frullarlo a velocità minima per qualche minuto e imbottigliarlo.
 Se il gel conservato dovesse cambiare colore significa che non è utilizzabile perché si è rovinato, per questo è meglio conservarlo in frigo e utilizzarlo entro una settimana. 
In alternativa, è possibile trovarlo pronto in erboristeria. Gli utilizzi più comuni (e anche più consigliati) riguardano l’utilizzo contro le scottature solari, come rimedio post rasatura, come impacco pre-shampoo, come rimedio per le cicatrici, per le mani screpolate, da applicare sulle punture di insetti, per alleviare le macchie scure della pelle, come rimedio contro muscoli doloranti e gambe e piedi stanchi, come rimedio per le gengive arrossate, per l’acne, come attenuante del mal di testa se massaggiato sulle tempie. Insomma gli utilizzi sono davvero tantissimi, e tra l’altro i negozi di cosmetici hanno creato apposite linee di prodotti a base di aloe, che comprendono creme idratanti, lozioni, creme per il viso e per il corpo e maschere di bellezza.
 L’Aloe è l’esempio perfetto di come fiori e piante possano restituirci benessere e salute, l’ennesimo motivo per prenderci cura della natura intorno a noi.