La Natura e la brina

Quando il ghiaccio abbraccia il paesaggio, e a volte lo tinge di bianco, quando il freddo pungente pizzica le guance e le poche foglie secche rimangono stizzite dal freddo, si può scoprire che anche l’inverno ha un suo lato morbido: basta saperlo guardare! Ed è proprio lì, nei colori di un fiore congelato dalla brina, nel gorgoglio dell’acqua che diventa ghiaccio o nel silenzio ovattato di una passeggiata nel freddo è possibile scoprire che anche la natura più gelida è capace di riscaldare il cuore!    

 

 

 

 

 

 

 

 



 

 

 

 

Quando l’autunno non vuole ancora cedere completamente il passo all’inverno.  






 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 


E quando invece oramai lo foglie secche fanno capolino sulla terra ghiacciata.  

 





 

 

 

 

 

 


 

 

 

 

Ed ecco una Rosa purpurea ibernata nella sua bellezza   

 

 

 

 

 

 

 

 




 

 

 

 


Bellissimi fiori di campo fuori stagione.  

 

 

 

 

 

 







 

 

 

 

 

Una siepe di rosa canina dove la brina si fa coperta e la ricopre tutta, persino i suoi frutti.  

 

 

 

 

 

 

 

 




 

 

 

 


Un agrifoglio orgoglioso che brilla di rosso e cristalli.  

 

 

 

 

 

 

 

 

 



 

 

 

 

Il coraggio di questi steli così fragili che sfidano il peso del freddo.  

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 


E poi il momento in cui il freddo trasforma l’acqua in ghiaccio e ti inchini alla meravigliosa potenza della natura.