A bug's life!

Ricordate il film della Pixar? Beh, se non l’avete ancora visto vi consigliamo di gustarvi questa pellicola che offre una deliziosa visione della vita degli insetti. Perché nei prati c’è un intero mondo che, ignorato, vive, pulsa e si anima silenzioso sotto i nostri sguardi. Un mondo fatto di fiori, colori e del respiro della terra. È il piccolo mondo segreto degli insetti: un mondo in continuo movimento, fondamentale per l’equilibrio della natura intorno a noi. Diamo un piccolo sguardo da vicino a questo micro cosmo.


 

La primavera fiorisce, anche così! Attraverso una splendida Mantide Orchidea che del travestimento ne ha fatto un’arte di sopravvivenza per sfuggire ai predatori. Ad oggi vi sono più di 2000 specie di mantidi ad oggi classificate.

 

 

Ecco una Sfinge del Galio, o Farfalla Colibrì, che si nutre del dolce polline di un fiore con la “spirotromba”. La sua particolarità è che lo fa senza mai posarsi grazie alla velocità con cui batte le ali, proprio come i colibrì. 


 

Posata su un fiorellino, ecco una splendida coccinella. Si dice porti fortuna per via del colore rosso, associato in molte culture a forza, vitalità ed energia positiva.


 

Le cavallette appartengono all’ordine degli Ortotteri, e gli insetti che appartengono a tale ordine sono caratterizzati da arti lunghi e adatti al salto. In Italia ci sono 264 specie di cavallette che hanno colonizzato tutti gli ambienti: dalle coste ai ghiaioni alpini, fino ai limiti dei ghiacciai.


 

La trasformazione da crisalide a farfalla avviene continuamente in natura, proprio sotto i nostri occhi, senza che ce ne accorgiamo. Appena uscita dalla crisalide, la farfalla deve espandere le ali e aspettare che si induriscano prima di alzarsi in volo. E dovrà volare parecchio nella sua vita: alcune specie compiono fino a 1600 chilometri al giorno.


 

Le farfalle non sono le sole a trasformarsi. Ecco due cicale. O meglio, due Esuvi ossia “i gusci vuoti” delle cicale. Già perché dopo aver raggiunto la maturità, i giovani individui escono dal suolo, cercano un albero dove arrampicarsi e fare la muta. E poi? Poi sono pronte a regalarci il loro frinire che ci accompagna per tutta l’estate!


 

E se parliamo di cicala, non possiamo pensare che alla formica. E se le formiche avessero un motto, sarebbe senza dubbio “l’unione fa la forza”. Le formiche sono in grado di formare, con i propri corpi, ponti viventi in pochi secondi, per creare scorciatoie tra i rami della foresta. Quante formiche ci sono nel mondo? Il numero esatto è sconosciuto ma si aggira intorno ai 10000 bilioni.


 

Grazie alla capacità di muovere autonomamente ciascuna delle loro 4 ali, le libellule possono restare immobili a mezz’aria, fermarsi e persino volare all’indietro.


 

Questo super corrazzato è uno Scarabeo Rinoceronte. Il caratteristico corno è una prerogativa maschile. Una curiosità: questi insetti non si nutrono mai, perché durante la vita utilizzano le riserve accumulate durante lo stadio larvale. Non è incredibile la natura intorno a noi?


 

Sapete come fanno i ragni a non restare appiccicati alle loro ragnatele? Perché si muovono lungo i “raggi” della ragnatela che sono meno appiccicosi. E poi hanno un trucco: le loro otto zampe sono ricoperte di minuscoli peli oleosi, con cui riescono a scivolare sui fili.


 

E che dire di questo splendido questo Bruco di Callieteara Pudibunda!? Che una volta compiuta la muta, si trasformerà  in una splendida falena grigia. Splendida e bizzarra la natura.


 

Come dimenticare le preziosissime e fondamentali api? Laboriose e instancabili, se le api sparissero il nostro futuro sulla terra avrebbe vita breve: pensate che il 70% delle 100 colture alla base della produzione mondiale di cibo è legato al lavoro di impollinazione delle api. Una risorsa preziosa, da proteggere nella natura intorno a noi.