Il galateo del prato

Una giornata nel verde, all’aria aperta e a contatto con la natura è sempre un toccasana, un gesto d’amore per la salute e per l’umore. Con l’arrivo della bella stagione non c’è niente di meglio che approfittare di un po’ di tempo libero per organizzare un pic-nic in un soffice prato o in un parco all’ombra degli alberi. Eppure è importante ricordarsi di essere degli “ospiti” in un ecosistema basato su delicati ma fondamentali equilibri che, come tali, vanno rispettati. Ecco quindi un piccolo “Galateo del prato”, uno spunto di riflessione per mettere sempre la natura al primo posto, un gesto d’amore nei confronti di un pianeta che spesso non viene rispettato come dovrebbe esserlo.

- Scegliere il luogo: Un bosco, un parco, un prato: c’è solo l’imbarazzo della scelta. Per una decisione davvero ecofriendly, però, basta sfruttare la bellezza di una zona verde vicino a casa o comunque raggiungibile in bicicletta o con i mezzi pubblici.
- Organizzazione: è fondamentale disporre di contenitori appositi per smaltire i rifiuti. Prima di addentrarsi per chilometri in una zona boschiva, si tenga da conto che alla fine della giornata sarà necessario tornare indietro con i rifiuti appresso, perché lasciarli in giro non è un’opzione da prendere in considerazione! Lo stesso vale per i mozziconi di sigaretta e per le chewing gum, che inquinano. Inoltre bisognerebbe disporre i rifiuti secondo la buona abitudine della raccolta differenziata, quanto meno disponendo di un sacchetto per l’organico che, tra l’altro, all’occorrenza, può trasformarsi in un ottimo compost!
- Avanzi: un altro comportamento che sarebbe bene seguire è quello di non lasciare in giro avanzi e briciole. La metà di una merendina caduta per terra potrebbe sembrare un ottimo spuntino a molti animali che, senza saperlo, potrebbero ingurgitare qualcosa di dannoso.
- Seguire il tracciato: raggiungere la zona dove si ha intenzione di fermarsi seguendo, se possibile, gli appositi sentieri già tracciati. Questo si consiglia per non alterare l’equilibrio della zona: potreste accidentalmente calpestare un formicaio, calpestare fiori e piante che magari sono casa di piccoli animali e insetti.
- Non accendere fuochi: anche se l’idea di una grigliata è allettante, le conseguenze di un incendio possono essere devastanti e distruggere ampie zone di verde, senza contare il rischio di restare feriti. Il barbecue può essere rimandato alla prima zona verde dotata di attrezzature e apposite aree delimitate per grigliare. Inoltre accendere fuochi è vietato in oasi e parchi naturali dal regolamento forestale.
- Non fare troppo rumore: specie se si esce in famiglia o con amici, è importante ricordare di essere degli ospiti, immersi nella natura intorno a noi. Mantenere la voce a un livello accettabile non disturberà gli uccelli che hanno deciso di nidificare proprio tra le fronde dell’albero che offre un fantastico riparo dai raggi del sole.
- Godersi la natura: il contatto con la natura è una vera e propria medicina, purché avvenga nel rispetto dell’ambiente.
Ogni #gestodamoreperlanatura renderà costruttiva e gratificante ciascuna esperienza nel verde poichè, come suggeriva William Shakespeare, “E questa nostra vita, via dalla folla, trova lingue negli alberi, libri nei ruscelli, prediche nelle pietre, e ovunque il bene”.