Giardino e meditazione

Angolo di quiete nella frenetica routine di tutti i giorni, cuore verde della casa, oasi di pace per avere un po’ di natura intorno a noi a portata di sguardo: avete capito di cosa stiamo parlando? Del Giardino! Il cinguettio degli uccelli tra le fronde degli alberi, il ronzio delle api che impollinano i fiori, le note allegre dei fiori appena sbocciati: vicino alla vita rigogliosa della natura, il giardino è il luogo perfetto per raccogliere le energie e tornare in pace con sè stessi, una via d’accesso a portata di mano e una fonte incredibile di cura e benessere per corpo e mente.

A dimostrazione di ciò è la pianificazione di aree verdi nelle metropoli, riservate al contatto con il mondo naturale; se una volta erano prerogativa delle classi più agiate, oggi i giardini sono definitivamente diventati bene comune di tutti. e i benefici di un pomeriggio all’aria aperta sono così affermati e ricercati che in America, nel mese di maggio, si celebra la giornata della meditazione in giardino (3 maggio Garden Meditation Day).
L’istituzione di questa giornata ha origini più recenti: è stata concepita da una donna - C.L - che ha lanciato tale iniziativa sul sito gardenlady.com.
Nella creazione di una giornata dedicata al giardino e alla meditazione, ha pensato alla sua esperienza e a come lo spazio verde del giardino possa aiutare a metterci in contatto con noi stessi e al mondo naturale, in modi profondi e commoventi.
Tutto passa attraverso il rispetto dell’ambiente in cui siamo immersi, dal più piccolo fiore all’albero più robusto, dalla creatura più piccola come la formica all’allegro merlo. Un’occasione, insomma, per uscire e godere degli spazi verdi, che siano privati (per chi ha la fortuna di avere un giardino) o pubblici, il cui effetto benefico resta assolutamente invariato. Come i giardini, anche la pratica della meditazione ha una lunga storia fatta di ritualità e tradizione, un modo per calmare mente e spirito e sentirsi in comunione con l’ambiente circostante: e quale luogo migliore di un giardino?
La via di mezzo a portata di mano tra umanità e mondo naturale, stando in ascolto tra il vociare dell’uomo e il canto delle fronde e dei fiori. Un momento privato di introspezione che potrebbe rivelarsi una delle pratiche più appaganti e accessibili per trovare o ritrovare il benessere, sia che la meditazione sia praticata in solitudine o in compagnia.
Per chi ama il giardinaggio e il prendersi cura del proprio piccolo angolo di verde, potrebbe organizzare una giornata speciale in giardino, non solo il 3 maggio ma tutti i giorni.