Nuovo Anno, nuovo arrivato

Tempo di lettura stimato: 3 min

Adottare un animale è una scelta di grandissima responsabilità che, se attuata presso uno dei tanti centri di accoglienza per animali, diventa anche etica: nei canili italiani ci sono centinaia di migliaia di cani e gatti che non aspettano altro che una nuova famiglia.

Attenzione però, un animale è un essere vivente che ha delle specifiche necessità e che in alcun modo andrebbe regalato: l’arrivo di un cane, un gatto, un uccellino o un roditore in una casa è una scelta di famiglia che va condivisa da tutti.


Quel che è certo, è che sarà una scelta che cambierà la vostra vita e insieme quella dell’animale che diventerà il vostro nuovo, fidato, adorabile inquilino. 
Per quanto riguarda il momento dell’arrivo in casa, per il cane (soprattutto se cucciolo) è necessario: 

 

- Preparare una cuccia adeguata per la notte, che per i primi tempi dovrà essere tenuta vicino al letto del padrone;
- Esperienze: è necessario accompagnarlo molto spesso a passeggiare per permettergli di esplorare il quartiere e conoscere più cani e più persone possibili, abituandolo a  luoghi, odori e rumori differenti;
- Regole: non appena il nuovo amico entra in casa dovranno essere stabilite delle regole chiare che non dovranno cambiare: la coerenza è fondamentale;
- Un’alimentazione corretta è di massima importanza;
- I bisognini: un cucciolo non ha ancora il pieno controllo delle sue evacuazioni, perciò, oltre a portarlo spesso a spasso è necessario anche munirsi di parecchia pazienza.

Per quanto riguarda il gatto, se al gattile vi confermano che ancora non è vaccinato, la prima cosa è fare un check up dal veterinario. Inoltre per i primi giorni conviene tenere le finestre ben chiuse per evitare che possa scappare non conoscendo l’ambiente. Dategli tempo, nel giro di qualche giorno comincerà a esplorare.

Assecondate la sua esigenza di un caldo giaciglio e cercate di conoscere quanto prima il suo linguaggio (fame, gioco, bisogni corporei, coccole, malessere). Lasciate sempre dell'acqua fresca e pulita a sua disposizione soprattutto se la sua dieta prevede anche le crocchette. A proposito di dieta: ultimamente è in voga (e a ragion veduta) la dieta Barf, a crudo, ricca di sostanze che si rifanno a ciò che il gatto è: un carnivoro stretto, con una limitata capacità di regolare il metabolismo degli amminoacidi e quindi con un fabbisogno di carne maggiore dei cani.

Da ultimo la lettiera, che deve essere posizionata in un luogo ben accessibile e piuttosto riservato e mantenuta sempre pulita.Per tutti vale la regola che lo spazio deve essere accogliente e adeguato alle esigenze degli animali che entrano  nelle abitazioni, siano essi di taglia grande, piccola, a pelo raso o lungo, cinguettanti o natanti. Di certo  non dovranno mai mancare l’affetto e la disponibilità!


E se c’è già un quattro zampe in casa ricordate che: il cane è un animale socievole e ha bisogno delle attenzioni umane; il gatto è territoriale e ha bisogno di avere il pieno controllo sulla casa.