Giornata nazionale del gatto

Il rapporto tra uomo e gatto iniziò qualche tempo fa, precisamente… 9 mila anni fa!
Se una volta si riteneva che i gatti fossero definitivamente entrati a far parte delle nostre vite nell’Antico Egitto, oggi sappiamo che i gatti sono i nostri “animali in casa” dai tempi delle prime comunità agricole, intorno al 3000 a.C.
Un Amore, quello tra uomo e gatto, rimasto quasi immutato nel corso dei secoli.

Basti pensare che oggi, nel 2017, ci sono ben 3 giornate all’anno dedicate a lui: l’8 agosto (Giornata Internazionale del gatto), il 17 novembre (Festa del gatto nero) e... proprio in questo mese si celebra la terza giornata: la Festa del gatto, nata proprio qui in Italia, su suggerimento di una giornalista gattofila: Claudia Angeletti.
Come vi avevamo già raccontato, la data del 17 febbraio venne identificata come giornata ideale per festeggiare l’amico felino di comune accordo dai lettori della rivista “tuttogatto”, in seguito a un sondaggio. E proprio nel nostro precedente articolo proponevamo alcuni titoli di libri davvero imperdibili per gli amanti del gatto.
Oggi vogliamo aggiungere alcune idee regalo per far passare al vostro micio una giornata speciale, che si sa che i gatti sono esseri speciali:
- Castello di cartoncino: i gatti amano arrampicarsi e nascondersi, ecco perché questo castello fatto di scatole di cartone, sapientemente incollate e ritagliate, li farà molto felici. L’unica cosa che occorre sono scatole di cartone, taglierino, nastro adesivo e fantasia. Usate il taglierino per ritagliare le sagome di porte, passaggi e finestre sulla scatola di cartone. Con il nastro adesivo incollate le due scatole dal lato che preferite, facendo un foro identico sulle facciate che combaciano, per permettere al gatto di passare da una “stanza” all’altra.
- Topini fai da te. Chi ha un gatto sa bene che il suo istinto da cacciatore è difficile da sopire, e che anche i gatti più pigroni si cimenteranno, ogni tanto, in qualche acrobazia inseguendo mosche invisibili o scattando improvvisamente da un lato all’altro della stanza. Con un tappo di sughero e del nastro si può realizzare una “preda” perfetta. Forate il tappo in tutta la sua lunghezza con un cavatappi oppure un punteruolo. Fate poi passare nel foro un nastro colorato e annodatelo per non farlo scivolare via. Ecco fatto, un gioco da ragaTTi!
- Tiragraffi: perfetto anche per giocare facendolo rotolare sul pavimento, un tiragraffi leggero e riciclato è la ciliegina sulla torta da preparare per la festa del gatto. Utilizzate il centro di un rotolo di carta casa come centro del tiragraffi, e incollate tutto intorno sagome o strisce  di cartone. L’idea è di creare profili ruvidi, una superficie adatta ad essere preda delle unghiate dei felini. Potete usare colla a caldo o del semplice nastro biadesivo.

...e buona Festa del gatto!