Animali al voto?

4 marzo 2018, appuntamento elettorale nazionale e chi ama gli animali erige cartelli e proposte in loro difesa. Come il WWF, che ha attivato “una campagna di sensibilizzazione da parte della Natura”, secondo quanto dichiara la presidente la Presidente del WWF Italia Donatella Bianchi annunciando l’avvio di una campagna apartitica in stile WWF. Protagonista della campagna di sensibilizzazione è il lupo, sì, ma anche le energie pulite, l’acqua, il paesaggio, il mare e quindi la salute e il benessere dell’ambiente in senso più ampio. Per questo è nato l’hashtag #uniscitialWWF e chi ama la natura può fare davvero #ungestodamoreperlantura.

 

Da WWF a tante altre piccole grandi realtà, troviamo che il punto comune sia sempre la richiesta di un’attenzione maggiore al tema animale e ambientale. E in tante realtà troviamo la richiesta del riconoscimento di un ruolo giuridico dei nostri animali in casa, e di conseguenza più diritti, come il diritto alle cure veterinarie, incentivato da un taglio all’imposizione fiscale su alcuni farmaci e cure. Ed è proprio ricordando che è importante riconoscere costituzionalmente i diritti degli animali intesi come “esseri senzienti, non cose”, in attuazione del Trattato Europeo, non possiamo che auspicare in un rafforzamento della loro tutela. Grazie a coloro che di collaborano ogni giorno, tutti giorni e non solo sotto elezioni.